La "cipolla del deserto", un modello per gli scienziati

Pianta che vive di nulla nel deserto del Namib, è oggi diventata un modello di efficienza idrica

La
Si chiama Welwitschia mirabilis, chiamata anche "cipolla del deserto" dalle popolazioni locali, che la utilizzano a scopo alimentare, ed è un miracolo della vita: anche se ha l'aspetto di un grosso cespuglio di foglie, è un tipo di albero senza fusto, capace di vivere nel terribile deserto del Namib anche 2000 anni, assorbendo l'acqua dalle nebbie spinte fin qui dal lontano oceano. Oggi il suo meccanismo di assorbimento dell'acqua è allo studio per mettere a punto sostanze in grado di distillare acqua dalle nebbie, migliorando così la disponibilità idrica delle popolazioni che vivono negli ambienti desertici e subdesertici, anche in considerazione dell'ampliamento dei deserti che si prevede massiccio nei prossimi decenni a causa dei cambiamenti climatici e dell'opera dell'uomo.

Articoli correlati