Acero

Acer

  • Famiglia: Sapindaceae
  • Fogliame: Deciduo
  • Categoria: Alberi e arbusti
  • Consigliata per: Giardino
  • Temperatura min.: -20 | -15 °C
  • Altezza: 1,5 — 2,5 metri
  • Terriccio: Argilla, Gesso
  • Larghezza: 1,5 — 2,5 metri
  • Esposizione: Soleggiata , Parzialmente ombreggiata
Condividi:

Coltivati per il portamento elegante e il fogliame ornamentale, gli aceri si dividono in realtà in quasi 200 specie, tra alberi alti fino a 15 metri e arbusti dalla bella chioma arrotondata. Tra i più decorativi, Acer palmatum e Acer japonicum, di origine asiatica, hanno belle foglie finemente intagliate che assumono colori appariscenti in autunno, dal giallo all’arancio, al rosso vivo fino al porpora. A. negundo, l’acero della Virginia, cresce fino a 6-8 metri ed è ornamentale soprattutto nelle varietà a foglie variegate di bianco. A. griseum cresce fino a 3-4 metri e presenta una corteccia decorativa, che si accartoccia durante l’autunno scoprendo la parte interna color arancio.

Consigli di coltivazione

Piante decidue rustiche, tollerano bene il gelo, ma possono soffrire per le gelate tardive e devono essere riparati dai venti freddi. Prediligono l’aria umida e odiano il sole diretto in estate. Sono esigenti riguardo al terreno, che deve essere fresco, ben drenato ma umido, fertile; solo le specie asiatiche tollerano i suoli calcarei. Crescono bene in posizione soleggiata o parzialmente ombreggiata. Si moltiplicano per innesto.

Da non dimenticare

A. palmatum e A. japonicum, a crescita lenta e chioma tondeggiante molto decorativa, sono i più adatti alla coltivazione in vaso, soprattutto A. japonicum “Aureum”, dal portamento compatto, A. palmatum “Dissectum” con foglie verde chiaro profondamente divise.

Scopri altre Alberi e arbusti