Bagolaro

Celtis australis

  • Famiglia: Ulmaceae
  • Fogliame: Deciduo
  • Categoria: Alberi e arbusti
  • Consigliata per: Giardino
  • Temperatura min.: -15 | -10 °C
  • Altezza: > 12 metri
  • Terriccio: Argilla, Gesso
  • Larghezza: > 8 metri
  • Esposizione: Soleggiata , Parzialmente ombreggiata
Condividi:

Chiamato anche olmo bianco o spaccasassi, è originario del bacino del Mediterraneo. È molto longevo (raggiunge i 500 anni d’età) e ha crescita rapida. È un albero dalle dimensioni imponenti (fino a 25 m d’altezza e 15 di diametro), molto utilizzato per alberature stradali che conferiscono un’ombra fitta, grazie al fogliame denso, dato da foglie lanceolate, dentate, verde scuro sopra e più chiaro sotto. Il tronco è tipicamente costoluto e la corteccia è liscia, color grigio cenere. In estate produce drupe verdi e poi scure, molto appetite dagli uccelli.

Consigli di coltivazione

Ha il suo habitat ideale in ambienti aridi, su terreni calcarei, poveri, sassosi: si utilizza anche per rimboschimenti su terreni sassosi e ingrati. L’unica condizione necessaria è che il suolo sia sempre molto ben drenato. Resiste alla siccità, ma teme i climi rigidi: mal sopporta i freddi intensi, le nevicate abbondanti e le gelate tardive. L’esposizione in pieno sole è la più indicata. Si annaffia solo dopo l’impianto perché si accontenta dell’acqua fornita dalle piogge, è comunque consigliabile l’annaffiatura di soccorso nei primi anni nei periodi particolarmente siccitosi. Dopo i primi 5-6 anni, in cui è bene interrare in autunno un po’ di concime organico, non necessita di ulteriori concimazioni. Non è soggetto a parassiti e di malattie.

Da non dimenticare

All’impianto, attenzione alla presenza di manufatti o edifici: le sue radici, molto estese e vigorose, sono in grado di sollevare il calcestruzzo, il cemento armato e l’asfalto. Prevedere una distanza della pianta dagli immobili di almeno 10 m.

Scopri altre Alberi e arbusti