Banksia

Banksia ericifolia

  • Famiglia: Proteaceae
  • Fogliame: Sempreverde
  • Categoria: Alberi e arbusti
  • Consigliata per: Giardino
  • Temperatura min.: -10 | -5 °C
  • Altezza: 2,5 — 4 metri
  • Terriccio: Argilla
  • Larghezza: 1,5 — 2,5 metri
  • Esposizione: Soleggiata , Parzialmente ombreggiata
Condividi:

Arbusto di dimensioni medio-grandi (fino a 4 m d’altezza e diametro), originario dell’Australia, dove viene utilizzato per siepi fitte. Le foglie sono piccole, aghiformi, sempreverdi, di colore verde grigiastro, ricoperte da una fine peluria. Da maggio ad agosto produce numerose infiorescenze di grandi dimensioni, a forma di pannocchie erette, lunghe fino a 30 cm, di colore giallo o arancione; la forma è simile a quella dei fiori di callistemon (altro arbusto australiano). Ne derivano frutti che assomigliano a “pigne” dure, di colore vere, che contengono i semi.

Consigli di coltivazione

Desidera una posizione in luogo soleggiato o semiombreggiato; non teme il gelo, ma è molto sensibile ai freddi venti invernali. Preferisce un terreno acido, molto ben drenato e tendenzialmente asciutto. Si può utilizzare un terriccio per acidofile, costituito da una parte di torba e una di sabbia di fiume. Gli esemplari coltivati in vaso (di grandi dimensioni, min 50 cm di diametro e profondità) vanno rinvasati ogni 2-3 anni. Non ha grandi esigenze in fatto di acqua: tra marzo e ottobre va annaffiata all’occorrenza, se non piove a lungo, lasciando asciugare bene la terra prima di intervenire; in vaso le irrigazioni devono essere un pochino più frequenti.

Da non dimenticare

Sarebbe preferibile non potarla: all’occorrenza, in caso di ingombro eccessivo, eseguire l’intervento in novembre.

Scopri altre Alberi e arbusti