Bosso, mortella

Buxus sempervirens

  • Famiglia: Buxaceae
  • Fogliame: Sempreverde
  • Categoria: Alberi e arbusti
  • Consigliata per: Giardino
  • Temperatura min.: -15 | -10 °C
  • Altezza: 4 — 8 metri
  • Terriccio: Argilla, Gesso
  • Larghezza: 4 — 8 metri
  • Esposizione: Parzialmente ombreggiata , Ombreggiata
Condividi:

Si tratta di una delle piante sempreverdi da siepe più utilizzate in Italia e non solo; grande protagonista dei giardini rinascimentali, è utilizzata anche per disegnare basse siepi, bordure, labirinti e per l’arte topiaria, ossia le sculture vegetali ottenute attraverso idonee potature. Pianta molto longeva e resistente, cresce lentamente e il fogliame ha un odore particolare e gradevole quando viene scaldato dal sole.

Consigli di coltivazione

Il bosso è i facile coltivazione, non ha particolari esigenze di terreno e regge bene il caldo e il pieno sole, ma le siepi ed esemplari giovani vanno innaffiati generosamente e con regolarità e nutriti con prodotto organico (compost o letame) a fine inverno. Le potature si eseguono una-due volte all’anno per le forme geometriche, in aprile e settembre, se necessrio con un intervento di spuntatura in giugno. Le forme topiarie, come sfere o soggetti figurativi, richiedono invece frequenti ritocchi per conservare la sagoma precisa.

Da non dimenticare

Le varietà nane e quelle a foglia variegata crescono più lentamente e quindi richiedono meno interventi di potatura, ma sono meno robuste e più sensibili all’aridità. Il bosso fa fiori insignificanti e volendo può essere riprodotto da seme, ma le talee raccolte ad agosto sono la soluzione più semplice, sicura e rapida per ottenere nuovi esemplari

Scopri altre Alberi e arbusti