Le aromatiche in balcone, profumo e bellezza

Le aromatiche sono indispensabili per il sapore, la fitoterapia e la bellezza: ideali in vaso, anche nei piccoli spazi

Le aromatiche in balcone, profumo e bellezza

Il piacere delle aromatiche è a portata di mano per tutti: ci sono erbe che amano il sole e altre che accettano anche l'ombra, in genere sono molto facili e chiedono poche attenzioni. Oltre alla bellezza e al sapore, hanno virtù utili per chi ama le tisane e le cure naturali anche in cosmesi, e aiutano a tenere lontano le zanzare. Ecco una guida sintetica per scegliere le piante e ottenere un bel risultato.

Aromatiche adatte al pieno sole

Se il terrazzo è soleggiato, la scelta è ampia: il basilico, la maggiorana e il timo, ad esempio, saranno perfettamente a loro agio in pieno sole.  Il basilico è un’annuale che, a seconda della varietà, fra maggio e settembre produce foglie di forma e dimensioni diverse, anche di colore rosso cupo (molto decorativo). Non dovete mai permettere che si formino le spighe di piccoli fiori bianchi: cesserebbe la produzione di foglie! Eliminate con cura le infiorescenze man mano che si creano.  La maggiorana è simile all’origano ma il sapore è più delicato; forma cespuglietti verde-grigiastri, alti 40 cm, con fiori bianco-rosati in giugno, che a differenza di quanto avviene nel basilico non fermano la produzione di foglie. Il timo è un’essenza spontanea della macchia mediterranea, diffusa in tutta Italia con circa 20 specie (anche in alta montagna); è più profumata al Sud e cresce bene se il vaso non è troppo piccolo. Nelle varietà coltivate,  foglie e fiori possono risultare molto ornamentali. Abbondate con la sabbia nella miscela di terriccio e non esagerate con le annaffiature: è una delle aromatiche meno esigenti in fatto di acqua. Irrigazioni moderate e molto sole esaltano l’aroma delle foglioline.


Aromatiche per zone poco soleggiate

Se il terrazzo gode di esposizione soleggiata solo per parte della giornata (l’ideale è al mattino), coltivate aneto, dragoncello, lavanda, rosmarino, rucola e salvia. La lavanda è inconfondibile, non foss’altro per il profumo delle spighe e il bel fogliame. Piuttosto lenta a crescere, in estate richiede almeno 5 ore di sole giornaliere. In vaso a mezzo sole cresce bene anche la rucola. La specie selvatica è più resistente di quella coltivata (Eruca sativa) e ha il vantaggio di autoriseminarsi dopo ogni fioritura. Predilige un terriccio meno sabbioso e tollera annaffiature abbondanti. Tagliate di frequente il fogliame per mantenere una produzione di getti freschi, più teneri e profumati. La salvia si sviluppa meglio in vasi di dimensione medio-grande. Ne esistono molti tipi a foglia variegata o purpurea che hanno però un interesse prevalentemente ornamentale. Come la lavanda e il rosmarino, si riproduce facilmente per talea, da prelevarsi entro luglio.


Aromatiche che accettano l'ombra

Se il terrazzo è rivolto a nord, non disperate: la scelta si riduce, ma si può coltivare qualcosa di piacevole. La gamma si allarga se potete sistemare i vasi in un angolo in cui arrivi il sole almeno un paio d’ore al giorno. Scegliete aromatiche annuali, o da trattare come tali: la menta dà grandi soddisfazioni, cresce velocemente fino a mezzo metro e più di altezza, con una bella fioritura rosa. Bene, all’ombra, anche prezzemolo e cerfoglio, melissa ed erba cipollina. Il cerfoglio somiglia al prezzemolo, ma ha dimensioni maggiori. è un’annuale; utilizzate le foglie per accompagnare il pesce, oppure tritatele e mescolatele a un formaggio fresco da spalmare su pane tostato. La melissa è ottima per macedonie e tisane; vuole un terriccio con poca sabbia; se riceve poco sole, si comporta da annuale. L’erba cipollina ha un sapore squisito; è una delle aromatiche più facilmente conservabili con la surgelazione; necessita di almeno 2-3 ore di sole se volete vederla fiorire.   




articoli correlati