Peperomia

Peperomia

  • Famiglia: Piperaceae
  • Fogliame: Sempreverde
  • Categoria: Piante verdi
  • Consigliata per: Balcone e terrazzo, Casa
  • Temperatura min.: 5 | 10 °C
  • Altezza: 0,1 — 0,5 metri
  • Terriccio: Universale, Per piante verdi
  • Larghezza: 0,1 — 0,5 metri
  • Esposizione: Parzialmente ombreggiata , Ombreggiata
Condividi:

Belle piante di origine americana, dal fogliame molto ornamentale, solcato da nervature molto profonde o graficamente variegato di bianco e crema, talvolta curiosamente corrugato e spesso con i piccioli rosa o rossi. I fiori sono piccoli e verde pallido. Facili da coltivare come piante d’appartamento. Le specie più diffuse sono P. argyreia, brasiliana, con foglie grigiastre a forma di scudo dalle nervature verdi ben evidenti; P. caperata, con foglie rugose e cuoriformi, incise lungo le nervature; P. hederaefolia, simile ma con foglie più tonde e argentate.

Consigli di coltivazione

Piante epifite in natura, hanno radici superficiali e poco sviluppate: basta un vaso del diametro di 9 cm per ospitarle comodamente. Crescono bene in posizione luminosa, ma senza sole diretto. Amano il caldo. Da maggio a settembre si somministra un concime liquido. Si rinvasa in aprile, ogni anno.  

Da non dimenticare

La specie più rustica è P. obtusifolia, con foglie carnose, tondeggianti, verde scuro con margini porpora. P. scandens ha foglie cuoriformi, chiare, variegate e rami lunghi anche 1,5 m, che si possono far arrampicare o ricadere. Entrambe chiedono vasi un po’ più grandi, di 15 cm di diametro, e temperature invernali non inferiori a 12°C.

Peperomia: come e quando irrigare

Il terriccio deve risultare sempre appena umido, mai del tutto asciutto né fradicio a lungo: dopo 15 minuti dall'innaffiatura eliminare l'acqua ancora stagnante nel sottovaso per evitare che le la terra rimanga troppo bagnata. Le piante in terrazzo e giardino, in ombra, possono richiedere in estate innaffiature ogni 2-4 giorni; in inverno, in casa, in genere ogni 7-10 giorni, anche meno se è in un ambiente molto fresco.

Per conservare stabilmente un corretto livello di umidità nel terriccio è utile impiegare l'irrigatore automatico Claber Idris da inserire nel substrato del vaso, collegandolo all'apposito serbatoio o a una bottiglia.

In estate le piante, se tenute in terrazzo e giardino, gradiscono benefiche docce serali, anche ogni sera, impiegando una pistola a getto aerato e delicato disponibile per esempio nella gamma Claber Elegant Line. D'inverno, in casa, si può utilizzare una pompetta nebulizzatrice.

In caso di assenza la pianta può essere irrigata con l'aiuto di Claber Oasis, distributore d’acqua completamente autonomo, pronto all’uso in pochi minuti e in poco spazio. Non necessita di collegamenti al rubinetto o all’impianto elettrico.

Scopri altre Piante verdi