Se timo e salvia deperiscono

Una malattia fungina tipica delle Labiate

Timo e salvia normalmente hanno un aspetto cespuglioso e, soprattutto il timo, molto folto. Se notate un ingiallimento delle foglie nella parte bassa della salvia o al centro del cespuglio di timo, forse si tratta di un fungo, Sclerotinia sclerotiorum, che fa seccare le foglie senza però farle cadere. Le piantine hanno alcuni rami secchi che mantengono le foglie ormai essiccate.

La malattia viene favorita da un’elevata umidità dell’aria: le piante sono più vulnerabili se ricevono poca luce, se sono molto fitte e se sono state concimate con molto azoto. Per prevenirla, evitate di coltivare le aromatiche nelle condizioni appena descritte.

Cosa fare

La prevenzione, infatti, è l’unica soluzione per salvare le piante. Ci sono fitofarmaci sia chimici di sintesi (a base di ciprodinil), sia ammessi in agricoltura biologica (a base di ossicloruro di rame) che si possono irrorare sulle aromatiche. Essendo però piante da utilizzare in cucina, sarebbe meglio non trattarle con sostanze: le foglie che porterete in tavola devono essere sane e naturali.

Il consiglio è di eliminare le piante ammalate (prima che ne contagino altre) e di ricomprare la piantina, che comunque costa poco.


articoli correlati