Insetti sull’evonimo

La cocciniglia è un parassita molto frequente sugli evonimi

Insetti sull’evonimo

Gli arbusti, come gli evonimi, che subiscono squilibri ambientali (siccità, mancanza d’aria e di luce) sono facile preda delle cocciniglie a scudetto.

Si tratta di insetti protetti da uno scudo biancastro, ben ancorato ai rami o alla lamina fogliare, dotati di apparato boccale pungente-succhiatore con cui pungono i tessuti vegetali e succhiano la linfa.

 A differenza degli afidi, dato che non si spostano da una pianta all’altra non trasmettono quasi mai i virus vegetali.

Forti infestazioni di cocciniglia portano a un deperimento progressivo dell’evonimo, che tende a perdere le foglie.

Cosa fare

Se si scopre l’infestazione quando è ancora all’inizio, è sufficiente scalzare con l’unghia gli scudetti, schiacciandoli fra le dita coperte da un paio di guanti.

Se invece l’infestazione è già in fase avanzata, con centinaia di scudetti ben abbarbicati, è meglio ricorrere a un trattamento, da effettuarsi con olio minerale in inverno e con un prodotto anticocciniglia in primavera-estate.

articoli correlati